Servizi e Disservizi

Rabona Mobile: problemi anche a Dicembre 2023, intanto sul sito continua la vendita delle SIM

Continuano ormai da oltre nove mesi i problemi per i clienti dell’operatore virtuale Rabona Mobile, che utilizzano le SIM dell’aggregatore Plintron e la rete mobile Vodafone, a cui è stata gradualmente negata la possibilità di inviare SMS, utilizzare la connessione dati ed effettuare chiamate.

In particolare, come già raccontato da TelefoniaTech, i disservizi sono iniziati a partire dal 15 Marzo 2023, quando i clienti con SIM Rabona Mobile si sono ritrovati senza la possibilità di inviare SMS in uscita. Dal 12 Aprile 2023, invece, gli utenti hanno riscontrato l’assenza di connessione internet mobile e infine dal 7 Giugno 2023 gli è stata negata la possibilità di effettuare chiamate in uscita.

Ad oggi, gli unici servizi disponibili per i clienti Rabona Mobile sono le chiamate in entrata e la ricezione degli SMS. I consumatori, tuttavia, non sono mai stati avvisati del verificarsi dei disservizi in questione.

La causa dei problemi, in sintesi, è stata una serie di pregresse divergenze contrattuali tra Rabona Mobile e Vodafone Italia, il fornitore ufficiale della rete mobile dell’operatore virtuale, che già da Novembre 2022, e poi con successive comunicazioni, aveva informato l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), così come l’operatore virtuale coinvolto, che, per asserito inadempimento contrattuale di Rabona Mobile, avrebbe proceduto alla sospensione graduale, fino alla completa cessazione, dei servizi di rete sui cui su basa la fornitura dei servizi al dettaglio di Rabona.

Il caso è quindi finito nelle mani del Tribunale di Milano, dopo che Rabona Mobile ha presentato un ricorso cautelare contro il cronoprogramma di distacco unilaterale dei servizi, operato da Plintron Italy per conto di Vodafone Italia.

Questo distacco definitivo dei servizi da parte di Plintron a Rabona sarebbe dovuto avvenire il 4 Luglio 2023, ma il Tribunale di Milano, con un provvedimento cautelare, da quanto emerso dal passaggio della sentenza del Tribunale pubblicato il 29 Giugno 2023 da Rabona Mobile, avrebbe deciso di inibire, inaudita altera parte, Plintron Italy ad ogni ulteriore azione di cessazione o distacco dei servizi di telefonia mobile nei confronti di Rabona.

Questo, per evitare che i clienti Rabona restassero senza servizi attivi in seguito al distacco definitivo, quindi non permettendo all’operatore di rispettare gli impegni presi con i suoi clienti.

Come già detto, ad ogni modo, si tratta di un provvedimento cautelare, in quanto devono essere ancora sentite in udienza le altre parti in causa, ossia Plintron Italy e Vodafone Italia. Da allora, la situazione è rimasta in stallo, in attesa della sentenza definitiva o di un eventuale aggiornamento della vicenda.

Intanto, ad oggi, 19 Dicembre 2023, i problemi per chi ha una SIM Rabona sono ancora in corso, con gli unici servizi utilizzabili al momento tramite le SIM dell’operatore virtuale che, come già spiegato, rimangono solo le chiamate in entrata e la ricezione degli SMS in entrata.

Nonostante siano ormai passati oltre nove mesi dall’inizio dei problemi per le SIM Rabona, sul sito ufficiale dell’operatore non è presente alcun avviso relativo ai disservizi in corso, a parte per i comunicati inseriti nella sezione blog.

Inoltre, nell’area dedicata alle offerte mobile, il sito ufficiale di Rabona Mobile permette ancora l’acquisto di una nuova SIM ricaricabile, con cui però, come già spiegato prima, non si può chiamare, inviare SMS e navigare, ma solo ricevere messaggi e telefonate.

Nel frattempo, malgrado i disservizi ancora in corso, nei mesi scorsi Rabona Mobile ha continuato con le sue attività di sponsorizzazione, confermando, ad esempio, la sua partnership con Adicosp per la realizzazione in qualità di Title Sponsor dell’evento di chiusura della sessione estiva del calciomercato, denominato “Il Calciomercato Rabona Mobile”, che si è svolto a Roma il 31 Agosto e il 1° Settembre 2023.

L’operatore utilizza anche il secondo brand Sì, Pronto!?!, le cui SIM, anche se con una grafica e un logo differenti, sono sempre quelle di Rabona Mobile, in quanto il contratto viene sottoscritto direttamente con il brand principale. Le problematiche in corso riguardano quindi anche i clienti Sì, Pronto!?!.

Allo stesso modo che con Rabona Mobile, anche sul sito ufficiale di Sì, Pronto!?! è ancora possibile acquistare una nuova SIM ricaricabile tramite l’area dedicata, nonostante i disservizi. Oltretutto, nemmeno sui canali ufficiali di Sì, Pronto!?! non sono presenti avvisi relativi ai problemi in corso.

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis ai canali ufficiali di Telegram e Whatsapp.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, X e Instagram.

Questo post può contenere link di affiliazione, attraverso i quali ogni acquisto o ordine effettuato permette a questo sito di guadagnare una commissione. In qualità di affiliati Amazon e di altri store terzi, otteniamo una commissione sugli acquisti idonei, senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Grazie per essere qui, ci teniamo a informarti che con Adblock attivo non riusciamo a mantenere i costi di questo servizio. La nostra politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi TelefoniaTech.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per permetterci di continuare a offrirti il nostro servizio gratuito.