Tech

Drone autonomo 5G: effettuati i primi test positivi a onde millimetriche

Ericsson, fornitore di tecnologie e servizi per la comunicazione, in collaborazione con Qualcomm Technologies inc, fornitore di semiconduttori e il fornitore italiano di soluzioni per droni industriali Dronus, nella Smart Factory 5G di Ericsson negli Stati Uniti, ha completato con esito positivo un test nell’ambito della gestione industriale, utilizzando un drone connesso alla rete 5G a onde millimetriche (mmWave), segnando un passo avanti nell’integrazione dei droni nei processi produttivi.

I primi test avvenuti nella Smart Factory hanno visto operare un drone autonomo dotato di connettività nativa mmWave per eseguire missioni all’interno dello stabilimento. Tra le prime applicazioni testate c’è stata la verifica autonoma dell’inventario stoccato negli scaffali più alti del magazzino.

Il drone, alimentato dal processore Qualcomm QRB5165, contenente un motore di quinta generazione che sfrutta dunque l’Intelligenza artificiale, ha utilizzato un sistema di controllo del volo ottimizzato per ambienti interni, una docking station Nest connessa al 5G che permette di espandere le funzionalità del dispositivo alla quale è connessa e telecamere per lo streaming video in diretta.

Il progetto rappresenta una spinta ampia nella tecnologia industriale, dimostrando il potenziale della scansione autonoma dei codici a barre tramite droni per la gestione dell’inventario, ovvero i droni programmati per compiti da svolgere all’interno dei magazzini. Grazie alla connettività mmWave 5G integrata, il drone può operare senza la necessità di gateway o hotspot esterni, semplificando l’infrastruttura necessaria per casi d’uso simili.

Si passa dunque da connessioni cablate o Wi-Fi a sistemi di ultima generazione. La connessione 5G del drone è alimentata dalla scheda dati M.2 di livello industriale Telit Cinterion FN980m mmWave, dotata di snapdragon X55 5G Modem-RF System, uno dei Modem 5G di ultima generazione di Qualcomm.

Alcuni responsabili dei vari fornitori del progetto che ha portato ai primi test hanno rilasciato diverse dichiarazioni.

Carlos H. Torres, Head of Industry 4.0 nella 5G Smart Factory di Ericsson negli USA, ha dichiarato:

Il successo di questo test contribuisce a gettare le basi per la futura integrazione di droni 5G in ambienti industriali, in particolare per la gestione dell’inventario. Inoltre, la realizzazione da parte del nostro team di innovazione di questo prototipo, che usa i droni su reti mmWave e 5G private, dimostra l’impegno di Ericsson nell’evoluzione dell’ecosistema della banda larga non mobile.

Dev  Singh Vice president of Business Development ed Head of building, enterprise & industrial automation di Qualcomm Technologies, Inc.,  ha esaltato questa tecnologia affermando:

Qualcomm Technologies è impegnata a guidare il progresso della connettività, dell’intelligenza artificiale e della capacità computazionale, per liberare il pieno potenziale dell’Industria 4.0 e oltre. Le nostre tecnologie mmWave 5G e per droni hanno il potenziale per trasformare la gestione dell’inventario; il successo del test con Ericsson, Dronus e Telit Cinterion dimostra l’applicabilità pratica di queste tecnologie in ambito industriale. Siamo entusiasti di aver raggiunto questa pietra miliare e siamo impazienti di vedere come potrà essere utilizzata in futuro per migliorare l’efficienza e la produttività

Marco Ballerini, CEO dell’italiana Dronus, ha espresso orgoglio per la collaborazione con Ericsson, riconoscendo il valore del loro impegno in ricerca e sviluppo:

Migliorare costantemente la connettività delle nostre soluzioni e ampliarne il campo di applicazione sono oggi per noi obiettivi prioritari. Per questo essere scelti da una realtà leader nel campo del 5G come Ericsson rappresenta non solo un particolare motivo di orgoglio, ma anche il riconoscimento dell’efficacia del nostro costante impegno nelle attività di ricerca e sviluppo, che ci ha portato a essere una realtà in grado di distinguersi per capacità tecnologiche uniche in un settore altamente competitivo come quello dei droni.

Punta su un altro aspetto invece Jitender Vohra, Director Carrier Relations di Telit Cinterion, dichiarando:

La nostra scheda dati mmWave gestisce in modo sicuro e affidabile il complesso lavoro di collegamento in rete del drone a guida autonoma impiegato nel pionieristico test di Ericsson nella sua Smart Factory 5G statunitense. Questa partnership rappresenta un importante passo avanti nell’incorporazione del 5G nei flussi di lavoro industriali, dimostrando le capacità trasformative della connettività nativa mmWave, in particolare per rivoluzionare la gestione dell’inventario e molto altro ancora.

Questo test ha dimostrato le potenzialità dei dispositivi connessi al 5G a onde millimetriche, aprendo nuove prospettive per applicazioni commerciali nella gestione dell’inventario e in altri settori industriali, aumentando l’interesse sempre più grande in questo campo.

Editing Gabriele Spanò

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis ai canali ufficiali di Telegram e Whatsapp.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, X e Instagram.

Questo post può contenere link di affiliazione, attraverso i quali ogni acquisto o ordine effettuato permette a questo sito di guadagnare una commissione. In qualità di affiliati Amazon e di altri store terzi, otteniamo una commissione sugli acquisti idonei, senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Grazie per essere qui, ci teniamo a informarti che con Adblock attivo non riusciamo a mantenere i costi di questo servizio. La nostra politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi TelefoniaTech.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per permetterci di continuare a offrirti il nostro servizio gratuito.