Tech

MID: approvato l’accesso al Fondo per l’Innovazione tecnologica di 7246 Comuni italiani

Il MID, Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, ha comunicato il numero di Comuni italiani che hanno fatto richiesta di accesso al Fondo destinato alla digitalizzazione dei servizi.

Il Fondo per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, gestito dal Ministro Paola Pisano, ha registrato le richieste di accesso da parte di 7.246 Comuni italiani, un numero che rappresenta il 92% dei Comuni totali del nostro Paese.

L’iniziativa prevede per le Amministrazioni richiedenti l’avvio di un processo di digitalizzazione, previsto anche dal decreto legge “Semplificazione e innovazione digitale”, che renderà disponibili agli Enti richiedenti ben 43 milioni di euro, su 50 milioni dell’intero Fondo.

Lo scorso 16 Gennaio 2021, inoltre, il MID ha lanciato un’altra iniziativa dedicata allo sviluppo tecnologico e digitale, denominata “Smarter Italy”, e pensata per favorire la sperimentazione tecnologica nei cosiddetti “Borghi del Futuro”.

I Comuni potranno supportare l’accesso dei cittadini ai propri servizi attraverso l’identità digitale Spid e la Carta d’identità elettronica, e potranno integrare la piattaforma pagoPA per gestire pagamenti elettronici e per avviare la migrazione dei servizi nell’applicazione IO, usabile anche da smartphone.

Paola Pisano, Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, ha dichiarato:

È un buon risultato perché evidenzia una strategia comune di digitalizzazione delle Amministrazioni, sia centrali sia locali. I Comuni avviano o accelerano il processo di trasformazione digitale con l’obiettivo di fornire servizi digitalizzati e realmente semplici da utilizzare. Il percorso è ancora lungo e non privo di ostacoli, ma lo stiamo percorrendo insieme a Regioni e Comuni in modo coeso. Continueremo ad investire sulla trasformazione dei servizi, a beneficio di cittadini e imprese.

Il Dipartimento per la Trasformazione Digitale, una struttura di supporto al MID, sta inoltre tenendo una serie di incontri online per aiutare i Comuni nel processo di integrazione delle piattaforme abilitanti Spid, Cie, pagoPA e IO.

L’ultimo appuntamento si è tenuto il 22 Gennaio 2021, è stato introdotto da un saluto del Ministro Pisano e ha trattato la condivisione di informazioni utili, raccomandazioni tecniche e consigli pratici per l’adozione delle piattaforme suggerite.

All’incontro hanno preso parte anche i referenti dell‘Istituto poligrafico e zecca dello Stato, di AgID e di PagoPA SpA., e nella parte finale è stata tenuta una tavola rotonda con le Amministrazioni locali coinvolte.

mid paola pisano
Paola Pisano

Per quanto riguarda il Fondo, invece, le quote sono state assegnate ai vari Comuni in base alla loro popolazione, e saranno erogate dal MID in due momenti diversi, il primo che prevede un versamento del 20% del totale per le attività concluse entro il 28 Febbraio 2021, mentre il secondo coprirà il restante 80% e avverrà una volta verificato lo stato di avanzamento dei lavori, entro il 31 Dicembre 2021.

Secondo quanto dichiarato, la maggior parte delle Amministrazioni che ha richiesto accesso al Fondo proviene da Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti, a dimostrare la consapevolezza dell’importanza della migrazione dei servizi verso il digitale.

Oltre ai piccoli Comuni, anche le grandi città hanno richiesto l’accesso alle risorse, e quasi tutti i capoluoghi di regione hanno aderito all’Avviso pubblico, inclusa Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022 e Matera, Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Tra i Comuni richiedenti, 5.560 hanno richiesto la partecipazione al Fondo per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione in risposta all’Avviso Pubblico, promosso dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale in data 15 Dicembre 2020, e gestito da PagoPA SpA., AgID e Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

I restanti 1.686 Comuni hanno invece aderito ad accordi regionali specifici per beneficiare del Fondo e per dare il via ai processi di rinnovamento, con le Regioni di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Puglia, Veneto e la Provincia Autonoma di Trento che hanno assunto il ruolo di promotrici dell’iniziativa, per favorire l’accesso delle Amministrazioni Comunali.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Enrico Pesce

Laureato in lingue orientali e da sempre immerso nel mondo della tecnologia, delle comunicazioni e del web
Adv
Back to top button