Reti e Copertura

Smarter Italy: il MID lancia in 12 “Borghi del Futuro” il programma di sperimentazione tecnologica

Il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ha dato il via al nuovo programma di sperimentazione tecnologica “Smarter Italy”, che prevede l’adesione di 12 borghi italiani.

Il programma di Smarter Italy è stato lanciato nei 12 Comuni, ognuno al di sotto di 60.000 abitanti, di Alghero, Bardonecchia, Campobasso, Carbonia, Cetraro, Concorezzo, Ginosa, Grottammare, Otranto, Pantelleria e Sestri Levante, per farli diventare Borghi del Futuro.

Il progetto, nato dopo l’iniziativa solidale di “Vicini e Connessi”, è pensato per contribuire alla realizzazione di servizi innovativi nei settori della mobilità, dell’ambiente, del benessere dei cittadini e della cultura, e per rispondere alle esigenze delle Amministrazioni Comunali.

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano, ha così commentato il lancio del nuovo progetto:

Il Programma “Smarter Italy” coinvolge non solo grandi città ma anche piccoli borghi, ricchi di cultura, dove nuove tecnologie, prodotti e servizi innovativi possono essere utili per contrastare il rischio spopolamento. L’iniziativa mette a disposizione, con la collaborazione tra pubblico e privato, soluzioni per nuovi servizi per la mobilità, la cultura, il benessere e la cura della persona e la salvaguardia dell’ambiente. Le opportunità di crescita per le comunità grazie alla tecnologia, con benefici per aziende e cittadini, devono poter nascere e svilupparsi in qualunque luogo del nostro Paese, anche nei piccoli borghi.

I Comuni interessati dal progetto diventeranno “Borghi del Futuro”, e all’interno del loro territorio saranno avviati laboratori di sperimentazione di nuove tecnologie, che verranno applicate anche ai servizi per i cittadini.

smarter italy città tecnologiche

Per le aziende partecipanti all’iniziativa saranno messi a disposizione complessivamente 90 milioni di euro, da sfruttare per lo sviluppo di soluzioni innovative, che dovranno offrire servizi plasmati sulle esigenze delle Amministrazioni Comunali e in base alle disponibilità di mercato.

L’adesione ai bandi e la presentazione delle proposte aderenti ai termini di “Smarter Italy” saranno presentati da parte delle aziende sulla piattaforma digitale di Appaltinnovativi.GOV.

La nuova piattaforma è stata pensata per gli acquisti di innovazione della Pubblica Amministrazione ed è stata realizzata da AgID, Agenzia per l’Italia Digitale, che si occuperà anche della fase operativa del progetto.

Come segnalato dal MID, in aggiunta ai 12 borghi già individuati, la partecipazione a “Smarter Italy” sarà estesa in seguito anche ad altri Comuni di dimensioni maggiori.

Il programma del progetto di “Smarter Italy” è stato promosso dal Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, dal Ministro dell’Università e della ricerca Gaetano Manfredi e dalla Ministra per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Enrico Pesce

Laureato in lingue orientali e da sempre immerso nel mondo della tecnologia, delle comunicazioni e del web
Adv
Back to top button