Offerte Telefonia

Pieno Wind: le chiamate si autoricaricano dai clienti PosteMobile?

L’opzione di autoricarica chiamata Pieno Wind, non più in commercio da anni ma ancora presente per alcuni clienti che l’avevano attivata a suo tempo, non permette ancora ai clienti WindTre di accumulare credito bonus con le chiamate ricevute da PosteMobile FULL.

L’opzione di autoricarica

L’opzione di autoricarica Pieno Wind disponibile per alcuni clienti WindTre dell’ex brand Wind che l’hanno ancora attiva, permette di accumulare credito bonus per le chiamate ricevute (versione Pieno Voce) e per gli SMS (nella variante Pieno SMS) ricevuti da altri operatori.

Gli operatori virtuali sotto rete WindTre, nella cui lista fino a poco tempo fa era incluso anche PosteMobile, non hanno però mai permesso di accumulare il credito bonus, così come le chiamate o gli SMS ricevuti da WindTre stesso (e dai suoi ex brand, in passato).

Tuttavia, come noto, già da tempo PosteMobile ha avviato la migrazione dei suoi clienti come conseguenza del cambio di rete d’appoggio da quella di WindTre a quella di Vodafone Italia per le sue SIM Full MVNO (le SIM ESP erano già sotto rete Vodafone).

Per conoscere le anteprime, le novità e gli approfondimenti sulla telefonia, è possibile seguire TelefoniaTech su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

Pieno Wind e l’autoricarica da PosteMobile

La graduale migrazione da una rete di appoggio all’altra è iniziata lo scorso 16 giugno 2021, per i già clienti che hanno attivato le proprie SIM fino al 23 giugno 2021 (avvisati anche tramite SMS), mentre tutte le nuove SIM Postemobile, attivate dal 24 giugno 2021 in poi, si agganciano direttamente alla rete Vodafone, senza passare da quella WindTre.

Nonostante ciò, secondo alcune segnalazioni raccolte da TelefoniaTech.it i clienti WindTre con l’opzione di autoricarica Pieno Wind attiva continuano a non accumulare credito bonus per le chiamate ricevute da PosteMobile FULL, nonostante il cambio di rete di appoggio da WindTre a Vodafone.

A tal proposito, non si conoscono ancora le motivazioni e non è giunta alcuna comunicazione ufficiale. Non si esclude che in occasione del passaggio completo di tutte le linee PosteMobile da WindTre a Vodafone possano esservi novità per il meccanismo di autoricarica.

È infatti possibile che WindTre stia attendendo il completamento del passaggio per tutte le linee prima di aggiornare la sua lista degli operatori esclusi dal conteggio.

Nessun problema per i clienti WindTre che ricevono chiamate dai clienti PosteMobile ESP (da sempre sotto rete Vodafone).

Come sopra accennato, Pieno Wind e le altre opzioni di autoricarica in caso di ricezione di chiamate non sono più in commercio da anni e dunque non possono essere attivate dai nuovi clienti.

Inoltre, Wind Tre ha avviato tempo fa alcune rimodulazioni sulle offerte che prevedono omaggi di credito, come appunto Pieno Wind, prevedendo l’esclusione di alcune direttrici del traffico, non utilizzabili con il credito bonus, come SMS solidali e numerazioni voce in sovrapprezzo, roaming extra UE, servizi VAS e acquisti online e tramite App. Inoltre, il credito non può essere oggetto di trasferimento ad altri operatori o di monetizzazione.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Alberto Ferrante

Dopo la laurea ha deciso di dedicarsi alla scrittura, trattando diversi argomenti tra tecnologia, telecomunicazioni, cronaca, cultura, cinema e finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Adv
Back to top button