TV e Streaming

DAZN in merito all’istruttoria Antitrust sull’intesa con Tim per la trasmissione della Serie A

Dopo la risposta di Tim, anche l’altra parte interessata, ovvero DAZN, ha voluto commentare l’istruttoria annunciata oggi, 8 luglio 2021, dall’Antitrust, in merito ad alcune clausole dell’intesa tra le due aziende relativa alla trasmissione dei match di Serie A.

Il provvedimento, nello specifico, intende accertare l’eventuale esistenza di un’intesa restrittiva della concorrenza, che limiterebbe DAZN a livello commerciale nell’offerta dei suoi servizi a pagamento.

Verrà verificata anche la possibile adozione da parte di Tim di soluzioni tecniche che non sono disponibili per gli operatori di telecomunicazione concorrenti.

Per l’Antitrust, ciò potrebbe pregiudicare lo sviluppo concorrenziale nel mercato della pay tv e nei mercati collegati, come quelli dei servizi di telecomunicazioni fisse e mobili, oltre ad impedire ai consumatori la libera scelta del fornitore di connettività internet e la modalità di fruizione di DAZN.

L’Autorità ha avviato anche un procedimento per l’eventuale adozione di misure cautelari, nel caso in cui risultasse che i comportamenti di Tim e DAZN causino danni gravi e irreparabili alla concorrenza.

DAZN

Di seguito, la nota completa rilasciata da DAZN in risposta al provvedimento appena descritto:

DAZN ha appreso questa mattina dell’avvio di un’istruttoria di AGCM in relazione al rinnovo dell’accordo di distribuzione con TIM. Restiamo convinti che tale accordo sia in favore della concorrenza e dello sviluppo tecnologico del paese, favorendo la fruizione di contenuti audiovisivi in streaming.

Questo procedimento ovviamente non riguarda l’assegnazione dei diritti di Serie A TIM per il prossimo triennio. DAZN sarà quindi felice di offrire la visione di tutte e 10 le partite di Serie A TIM in streaming, a tutti gli appassionati di calcio, e questo a prescindere dall’operatore internet prescelto dai consumatori.

Gli utenti rimarranno liberi di decidere con quale operatore accedere al nostro servizio, mediante un’ampia gamma di device mobili e fissi.

Come già anticipato, il commento di DAZN è successivo a quello rilasciato da Tim, la quale si è definita fiduciosa del fatto che “a seguito del contradditorio con l’Autorità verranno chiariti tutti gli aspetti oggetto del procedimento“.

Sia Tim che DAZN, infatti, sostengono che il loro accordo ha l’intento di sviluppare la concorrenza nel mercato della pay tv, favorire la visione dei contenuti in streaming e accelerare il processo di digitalizzazione del Paese, a beneficio di clienti ed operatori.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Seguite inoltre il canale Offerte Live di Telegram e partecipate al nostro Forum.

Via
MondoMobileWeb.it

Ileana Gira

Ileana, classe '94 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell'arte in ogni sua forma
Back to top button