Offerte Telefonia

TIM multata dall’AGCOM per il Giga di Scorta: 250 mila euro di sanzione

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha emesso una sanzione pecuniaria di oltre 250mila euro nei confronti di TIM in seguito all’applicazione del cosiddetto “Giga di Scorta”.

Questa pratica permette ai clienti di rete mobile di ottenere fino a 1 Giga di traffico dati aggiuntivo a un costo extra, senza bloccare la navigazione internet al termine dei Giga inclusi nell’offerta.

Secondo la delibera 308/23/CONS, pubblicata il 27 dicembre 2023 ma datata 5 dicembre 2023, TIM è stata multata per aver applicato questa modalità che prevedeva addebiti automatici per la navigazione dati aggiuntiva senza il consenso espresso dell’utente. Ciò violerebbe l’Articolo 98 quater decies, commi 6 e 7, del Codice delle Comunicazioni in combinato disposto con l’Articolo 2, comma 2, della delibera 326/10/CONS.

L’AGCOM ha evidenziato che questa pratica non consentiva ai clienti di fornire indicazioni diverse in forma scritta e non interrompeva immediatamente il collegamento senza ulteriori addebiti in caso di esaurimento del traffico dati.

Tuttavia, in seguito all’avvio del procedimento, TIM ha rimosso il “Giga di Scorta” per le nuove attivazioni di diverse offerte.

Per il 2024, TIM prevede di implementare una nuova modalità di utilizzo del “Giga di Scorta” per i clienti con offerte attive che comprendono questa opzione. In caso di esaurimento del traffico dati, i clienti riceveranno un SMS che permetterà loro di abilitare la navigazione aggiuntiva, confermando le condizioni contrattuali previste dall’offerta stessa.

La navigazione aggiuntiva potrà essere attivata singolarmente per ogni evento di esaurimento dati o configurata per essere attivata automaticamente ogni volta che i dati inclusi nell’offerta vengono esauriti. In caso di mancata risposta del cliente, la navigazione resterà bloccata fino al rinnovo dei dati inclusi nell’offerta.

Questi cambiamenti mirano a fornire agli utenti maggiore controllo sulla navigazione dati aggiuntiva e ad adattare le pratiche di TIM alle disposizioni dell’AGCOM riguardo ai diritti dei consumatori e alla trasparenza delle tariffe.

Resta da vedere come questi sviluppi influenzeranno l’esperienza degli utenti e se le modifiche soddisferanno le richieste di maggiore trasparenza e controllo da parte degli stessi.

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis ai canali ufficiali di Telegram e Whatsapp.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, X e Instagram.

Questo post può contenere link di affiliazione, attraverso i quali ogni acquisto o ordine effettuato permette a questo sito di guadagnare una commissione. In qualità di affiliati Amazon e di altri store terzi, otteniamo una commissione sugli acquisti idonei, senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.

Via
mondomobileweb.it
Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Grazie per essere qui, ci teniamo a informarti che con Adblock attivo non riusciamo a mantenere i costi di questo servizio. La nostra politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi TelefoniaTech.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per permetterci di continuare a offrirti il nostro servizio gratuito.