Telco

Fastweb, Walter Renna su settore TLC: “La situazione non è per niente buona”

Durante il Forum nazionale delle telecomunicazioni in Italia edizione 2023 di Asstel, dal titolo “Connessi per l’Italia Persone, infrastrutture e servizi per il futuro del Paese” è intervenuto anche Walter Renna, Amministratore Delegato di Fastweb, in merito agli interventi ritenuti necessari per sostenere il settore TLC.

Renna ha iniziato il proprio intervento riassumendo lo stato attuale del settore in Italia, parlando quindi dell’elevata competitività del mercato (considerato il numero di operatori disponibili tra fisso e mobile) e dichiarando che il Paese ha i prezzi più bassi del mondo occidentale (9 centesimi di euro a Giga per il mobile e 25 euro per la connessione in fibra).

L’AD di Fastweb ha anche fatto riferimento alla connessione Internet FTTH (Fiber To The Home), che in Italia ha una copertura del 50% ma una penetrazione del 20%, così come il broadband è fermo al 60% di penetrazione e le linee risultano in declino.

Per Walter Renna, dunque, la situazione delle TLC non è ottimale, considerando che il settore è il mezzo necessario per la digitalizzazione del Paese e per la Cyber Security (risultano 188 attacchi critici nel 2022, oltre 55 milioni di eventi di sicurezza, con l’Italia che è al quarto posto per attacchi ransomware).

Secondo l’Amministratore Delegato di Fastweb, il contesto è ulteriormente reso complesso da una iper regolamentazione da parte degli organi competenti (vengono citati, ad esempio, AGCOM e AGCM) che, a detta di Renna, rallentano il processo di innovazione.

Gli interventi necessari a sostenere il settore, per l’AD di Fastweb, dunque, sono: l’aumento dei limiti di emissione elettromagnetica, gli incentivi per gli operatori per il passaggio dal rame alla fibra e il supporto all’innovazione, in cui rientrano l’intelligenza artificiale e l’edge computing (quest’ultimo per offrire alle aziende bassa latenza e sicurezza, permettendo anche di scaricare traffico dalle reti).

Si specifica che, presso l’Aula Magna Mario Arcelli dell’Università Luiss Guido Carli di Roma, Asstel-Assotelecomunicazioni e le Organizzazioni Sindacali Slc – Cgil, Fistel – Cisl e Uilcom – Uil hanno presentato il Rapporto sulla Filiera delle Telecomunicazioni in Italia, edizione 2023, in collaborazione con gli “Osservatori Digital Innovation” della School of Management del Politecnico di Milano.

Il forum stesso, invece, ha avuto il patrocinio del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Dipartimento per la Trasformazione Digitale.

Lo scopo del rapporto è quello di evidenziare l’importanza delle TLC a livello globale, le dinamiche di dettaglio del mercato italiano e le prospettive future in termini di servizi per cittadini, imprese e PA.

L’evento si è tenuto lo scorso 14 Novembre 2023, alla presenza del Presidente del BEREC, Konstantinos Masselos, del Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione Tecnologica e Transizione Digitale, Alessio Butti, e del Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Claudio Durigon.

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis ai canali ufficiali di Telegram e Whatsapp.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, X e Instagram.

Ileana Gira

Ileana, classe 1994 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell’arte in ogni sua forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv
Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Grazie per essere qui, ci teniamo a informarti che con Adblock attivo non riusciamo a mantenere i costi di questo servizio. La nostra politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi TelefoniaTech.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per permetterci di continuare a offrirti il nostro servizio gratuito.