Telco

BT unirà le sue unità Global ed Enterprise in BT Business, divisione B2B guidata da Bas Burger

Nei giorni scorsi, la società di telecomunicazioni britannica BT Group ha annunciato che unirà le sue unità Global ed Enterprise in un’unica divisione B2B (Business to Business), denominata BT Business, con l’obiettivo di accrescere il valore della società per i propri clienti aziendali e rafforzare la propria posizione competitiva.

Alla guida della nuova divisione è stato nominato Bas Burger, l’attuale CEO di BT Global, di cui fa parte anche l’unità italiana della società, che quindi confluirà anch’essa in BT Business.

Prima di entrare a far parte di BT Group, Bas Burger ha ricoperto il ruolo di Presidente Esecutivo e membro del Comitato di Gestione di Getronics NV, inoltre è stato anche CEO e Managing Director di KPN Entercom Solutions.

Entrato a far parte di BT Group nel 2008, era responsabile di BT Americas, prima di ricoprire il suo attuale ruolo nella divisione Global dell’azienda britannica.

Bas Burger, CEO di BT Global

Di seguito, le parole di Philip Jansen, Chief Executive di BT Group, che annunciando la formazione di BT Business, ha dichiarato quanto segue:

“BT Group è un fornitore leader di connettività B2B e servizi correlati a società britanniche e multinazionali, organizzazioni governative e del settore pubblico in tutto il mondo, nonché PMI britanniche e SoHos (Small and Home Offices).

BT Enterprise è leader di mercato nel Regno Unito, con una quota di mercato del 30% sostenuta dalla leadership di rete fissa e mobile di BT Group, dalla forza del marchio BT e dalle vendite, assistenza e distribuzione nazionali.

BT Global serve molte delle più grandi aziende del mondo ed è costantemente considerata leader per i suoi servizi di rete e sicurezza e ha l’ambizione di essere il principale fornitore di connettività multi cloud sicura.

Unendo le due unità, BT Business porterà le risorse, i prodotti, le capacità e il marchio combinati del Gruppo al servizio di tutti i nostri 1,2 milioni di clienti aziendali che beneficeranno di un’innovazione e di una consegna più rapide.

Bas è un leader eccellente e sono fiducioso che si baserà sui piani già in corso e riporterà alla crescita il business combinato.”

Compito della nuova divisione sarà quello di fornire ai clienti aziendali della società, così come al settore pubblico, prodotti e servizi di connettività, tra cui comunicazioni unificate, networking multicloud e soluzioni di sicurezza, rimuovendo l’attuale duplicazione tra le unità Enterprise e Global.

L’unità Business servirà anche a semplificare le attività Gruppo, tramite l’istituzione di tre Customer Facing Unit quali Consumer, l’unità a supporto dei consumatori del Regno Unito, la nuova BT Business, dedicata alle imprese e al settore pubblico e Openreach, che si occupa della fornitura di infrastrutture di accesso fisso in UK.

Bas Burger inizierà a guidare la nuova divisione a partire dal 1° Gennaio 2023, che inizierà a riferire come singola unità a partire dal 1° Aprile 2023.

Ad affiancarlo nei prossimi mesi sarà il CEO di BT Enterprise, Rob Shuter, che lo supporterà nell’integrazione delle due unità, per poi dimettersi da BT per poter dedicare più tempo, secondo quanto comunicato dalla società, alla famiglia e ai suoi interessi personali.

Philip Jansen, Chief Executive di BT Group

A questo proposito, ha proseguito Philip Jansen, Chief Executive di BT Group, commentando:

“Negli ultimi due anni molto impegnativi, Bas e Rob hanno fornito una leadership eccezionale. Il Covid ha accelerato un cambiamento nel mercato poiché le persone e le imprese hanno cambiato il modo in cui lavoravano, mentre i fattori macroeconomici hanno interrotto le catene di approvvigionamento e messo sotto pressione le imprese e il settore pubblico a livello globale.

Nonostante ciò, abbiamo fatto progressi e i nostri punteggi di soddisfazione dei clienti sono migliorati, in alcuni casi fino ai massimi storici. Sono grato a Bas e Rob per aver gettato le basi che ci consentono di fare questo passo successivo nella trasformazione di BT Group.

Bas e i team Global ed Enterprise elaboreranno ora i dettagli dell’integrazione nei prossimi mesi. Vorrei ribadire i miei ringraziamenti a Rob per il suo contributo a BT negli ultimi due anni e gli auguro ogni bene per il futuro.”

Nel corso dell’Anno Fiscale 2022, il business di telecomunicazioni e tecnologia focalizzato sul B2B di BT ha generato ricavi pro forma di circa 8,5 miliardi di sterline, con un EBITDA (Margine Operativo Lordo) di oltre 2 miliardi di sterline.

Con la costituzione di BT Business, l’azienda prevede di portare, entro la fine dell’Anno Fiscale 2025, almeno 100 milioni di sterline di risparmi annualizzati lordi, che contribuirà all’obiettivo stabilito in passato dal Gruppo di ottenere, nello stesso arco di tempo, 3 miliardi di sterline di risparmi annuali lordi.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Mattia Castro

Mattia é nato a Catania nel 1998 e ama da sempre leggere, inventare e raccontare storie. Coltiva la passione per il mondo della tecnologia, i videogiochi, i fumetti e le serie animate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv
Back to top button