Tech

Amazon One: il servizio che utilizza il palmo della mano per accedere, identificare e pagare

Nella giornata di oggi, 29 settembre 2020, Amazon, l’azienda di commercio elettronico statunitense, ha presentato un nuovo servizio veloce e senza contatto con cui le persone possono utilizzare il palmo della mano per accedere, identificarsi e pagare: Amazon One.

L’obiettivo è quello di semplificare lo svolgimento di attività quotidiane come pagare in un negozio, presentare una carta fedeltà, entrare allo stadio o timbrare il cartellino a lavoro.

Amazon One, fa sapere l’azienda, è progettato per essere altamente sicuro, attraverso l’utilizzo di algoritmi e hardware personalizzati, per creare la firma unica del palmo di una persona.

Il servizio, da oggi, è già disponibile come opzione di ingresso in due negozi Amazon Go a Seattle, ma si prevede di aggiungere, nei prossimi mesi, anche altri rivenditori dell’azienda.

Per registrarsi, bisognerà inserire la carta di credito nel dispositivo Amazon One, passare il palmo della mano sul dispositivo e seguire le istruzioni per associare la carta all’esclusiva firma del palmo, creata in tempo reale dalla tecnologia di visione artificiale.

Si avrà la possibilità di associare un solo palmo della mano o entrambi e, una volta registrati, per utilizzare Amazon One e accedere ai negozi Amazon Go, basterà semplicemente mantenere il palmo sopra il dispositivo all’ingresso per circa un secondo.

Amazon

Secondo quanto dichiarato dall’azienda statunitense, è stato scelto il riconoscimento del palmo perché considerato più privato di alcune alternative biometriche, in quanto non è possibile determinare l’identità di una persona guardando un’immagine del suo palmo e, oltre ad essere contactless, richiede che qualcuno faccia un gesto intenzionale, tenendo il palmo della mano sul dispositivo, per poter usufruire del servizio.

Amazon ha dichiarato, inoltre, che il dispositivo è protetto da più controlli di sicurezza e le immagini del palmo non vengono mai archiviate su Amazon One, ma vengono crittografate e inviate a un’area altamente sicura, creata su misura nel cloud.

L’azienda statunitense, prevede di offrire il servizio Amazon One, come rivenditore, anche a terze parti, in modo che più persone possano beneficiare di questa facilità e comodità in più luoghi. Le terze parti interessate possono contattare l’azienda tramite l’indirizzo email fornito sul sito web Amazon One.

Per usufruire del servizio, non è necessario un account Amazon, ma solo un numero di cellulare e una carta di credito. Se si sceglie, però di utilizzare l’account Amazon con Amazon One, sarà possibile accedere al sito web e gestire in modo sicuro le informazioni, oltre a vedere la cronologia di utilizzo.

Inoltre, si può richiedere di eliminare i dati associati ad Amazon One tramite il dispositivo stesso o tramite il portale clienti online su sito ufficiale del servizio.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Ileana Gira

Ileana, classe 1994 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell’arte in ogni sua forma.
Adv
Back to top button