StreamingVodafone

Vodafone: durante il lockdown i contenuti educativi hanno avuto la meglio sull’intrattenimento

Durante il lockdown dovuto alla pandemia di covid 19 la maggior parte della popolazione britannica si è convertita allo streaming online anche per quanto riguarda i contenuti educativi.

Infatti un sondaggio condotto da Vodafone UK su un campione di 2000 ragazzi di età compresa tra i 16 e i 24 anni ha rivelato che più di un terzo di loro ha imparato nuove abilità utili per le loro carriere e appreso nuove nozioni di cultura generale proprio dai video online.

Più di metà degli intervistati, inoltre, sostiene di aver approfondito temi come quelli economici e di attualità, consentendo loro di avere adesso maggior consapevolezza per discutere, ad esempio, di movimenti quali quello LGBT+, #MeToo e Black Lives Matter.

In media il tempo che i giovani hanno trascorso guardando contenuti in streaming è stato di circa 4 ore al giorno, provando così come vi sia un forte interesse verso l’educazione digitale.

La cosiddetta generazione Z, nonostante passi la maggior parte delle giornate usando il proprio smartphone, sta dunque cercando in qualche modo di trarre dei vantaggi dalla tecnologia anche a livello culturale.

Dan Lambrou, Capo della sezione Youth and Mass alla Vodafone UK, ha affermato:

I contenuti in streaming sono importanti per la Gen Z. Non sono sorpreso di vedere che l’intrattenimento è stato scavalcato dai contenuti educativi. Questo trend è stato semplicemente incentivato dal lockdown, dato che i canali tradizionali di apprendimento non erano più disponibili e abbiamo visto come abbiano avuto luogo alcuni dei maggiori cambiamenti sociali.

Circa il 70% degli intervistati tra i 16 e i 24 anni sta attivamente cercando di imparare qualcosa dai video online, mentre solo il 20% guarda contenuti in streaming per puro svago.

Infine dai risultati è emerso che la materia di maggior interesse ricercata sul web è stata storia, seguita dai temi che riguardano i rischi ambientali e la musica.

 

Per rimanere sempre aggiornati su nuovi post di TelefoniaTech.it è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech.it su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Valentina Di Mauro

Laureata triennale in informatica e studentessa magistrale a Catania, appassionata di tecnologia, media e comunicazione

Articoli Correlati

Back to top button