Viaggi e Mobilità

Turismo Airbnb post lockdown: suggerimenti agli Host su come aggiornare gli annunci

Con la ripresa del turismo post lockdown, Airbnb ha aggiornato le linee guida per la stesura degli annunci da parte degli Host per attirare così eventuali ospiti.

Si ricorda che gli Host sono tutti coloro che mettono a disposizione i propri alloggi per ospitare i turisti che prenotano il soggiorno su Airbnb.

Secondo recenti sondaggi condotti nel mese di Maggio 2020, il 64% degli ospiti che prenderebbe in considerazione un viaggio in auto nei prossimi mesi non ha ancora deciso una meta.

Gli studi sono stati effettuati tra ospiti di soggiorni (non di lavoro) nei 12 mesi precedenti negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia.

E’ emerso che l’interesse dei turisti verte verso le attività all’aperto, come l’escursionismo, e i luoghi raggiungibili in auto. Inoltre coloro che stanno pensando di andare in vacanza, hanno dichiarato di voler trascorrere fuori un periodo che va dalle due alle quattro notti.

Airbnb suggerisce ai suoi Host di modificare come segue i propri annunci così da renderli più attrattivi. Di particolare rilievo risultano essere le foto con didascalie dell’alloggio. Ad esempio consiglia di evidenziare gli spazi aperti oppure i luoghi della casa dove poter comunque continuare a lavorare da remoto, oltre a inserire fotografie relative a eventuali servizi aggiuntivi quali piscina o idromassaggio.

Altri aspetti da tener presenti sono il titolo dell’annuncio e il suo contenuto, da poter modificare in modo che riflettano le attuali tendenze di viaggio.

Si possono dunque aggiornare i servizi, le istruzioni per il check in, le regole della casa e descrivere anche le norme igienico sanitarie previste per contrastare il contagio da Covid-19.

Altri servizi desiderati sono il wifi, la cucina, l’aria condizionata, una zona per il parcheggio e il self check in, dunque viene suggerito da Airbnb di inserire nel proprio annuncio la loro eventuale presenza.

Viene consigliato anche di includere una guida rapida alle attività disponibili nella propria zona, utile sia per i nuovi che per i già ospiti, così da evitare agli Host di dover dare consigli individuali.

Se l’alloggio presenta delle peculiarità, come una libreria ben fornita o un’amaca in giardino, Airbnb suggerisce di includere anche queste informazioni nella guida.

Infine è meglio modificare anche le impostazioni e le informazioni relative al proprio profilo oppure alle regole della casa, ad esempio inserendo le motivazioni per le quali si è scelto di divenire un Host oppure se si accettano prenotazioni last minute o solo con un periodo di preavviso (come 1, 2 o 3 giorni).

Conviene inserire nella descrizione del profilo Host anche un messaggio inerente l’inclusività e la volontà di dare alloggio a persone di tutte le estrazioni sociali.

Si può anche scegliere di attivare la modalità di prenotazione immediata, tramite la quale l’utente potrà prenotare il soggiorno senza dover attendere la conferma dell’Host.

Inoltre si consiglia agli Host di valutare la possibilità di passare a termini di cancellazione flessibili o moderati e di inserire delle linee guida anche per chiedere agli ospiti di rispettare determinati standard nella propria casa riguardo ad aspetti come rumori eccessivi, pulizia, parcheggio e fumo.

 

Per rimanere sempre aggiornati su nuovi post di TelefoniaTech.it è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech.it su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Articoli Correlati

Back to top button