Streaming e TV

CNN+: il servizio streaming è in chiusura dopo la nascita di Warner Bros. Discovery

Il servizio streaming CNN+ negli Stati Uniti d’America, verrà chiuso appena un mese dopo la data del suo lancio, a causa della recente fusione tra WarnerMedia, ex società madre della CNN, e Discovery, per formare la nuova Warner Bros. Discovery.

I dirigenti avevano pubblicizzato l’applicazione, che prevedeva ore di programmazione in diretta giornaliera e spettacoli settimanali, come il “lancio più significativo da quando Ted Turner ha fondato la CNN nel 1980“, per il quale l’emittente televisiva aveva versato centinaia di milioni di dollari e attirato talenti di altre reti, tra cui Kasie Hunt della NBC e Chris Wallace di Fox News.

La visione del precedente team di gestione per CNN+, però, non coincide con il piano del CEO di Warner Bros. Discovery, David Zaslav, di ospitare tutti i marchi della società sotto un unico servizio streaming.

CNN+, dunque, chiuderà domani, 30 aprile 2022, e i relativi clienti riceveranno un rimborso proporzionale delle quote di abbonamento.

Alcuni programmi presenti nel suo palinsesto, comunque, verranno spostati sulla rete televisiva principale della CNN.

Ad informare lo staff di questa decisione sono stati il capo dello streaming di Discovery, JB Perrette, e il nuovo CEO della CNN, Chris Licht.

A causa di questa chiusura, molti dipendenti rischiano il licenziamento, anche se Licht ha affermato che i lavoratori di CNN+ continueranno ad essere pagati e a ricevere vantaggi per circa due mesi, in modo da esplorare le opportunità presso CNN, CNN Digital e altrove in Warner Bros. Discovery.

Coloro che non dovessero essere assorbiti in altri ambiti dell’azienda riceveranno un minimo di sei mesi di liquidazione.

CNN+

Di seguito, quanto dichiarato da JB Perrette:

In un mercato dello streaming complesso, i consumatori desiderano semplicità e un servizio completo che fornisca un’esperienza migliore e più valore rispetto alle offerte autonome e, per l’azienda, un modello di business più sostenibile per guidare i nostri investimenti futuri nel grande giornalismo e narrazione.

Abbiamo opportunità molto interessanti nello spazio di streaming e la CNN, una delle principali risorse reputazionali del mondo, giocherà un ruolo importante lì.

Si specifica, a tal proposito, che la Warner Bros. Discovery, attualmente, ha miliardi di dollari di debiti, gran parte dei quali sono dovuti proprio all’accordo di fusione. Dunque, i dirigenti necessitano di trovare 3 miliardi di dollari di risparmi che Wall Street si aspetta da loro.

Il vicepresidente esecutivo responsabile della CNN+ e di tutte le attività digitali della CNN, Andrew Morse, che ha lavorato a stretto contatto con Jason Kilar (CEO di WarnerMedia fino all’inizio di aprile 2022) e Jeff Zucker (CEO di CNN fino a febbraio 2022), lascerà l’azienda dopo un periodo di transizione.

In una nota ai dipendenti, Morse ha affermato:

Mentre l’azienda entra in un entusiasmante periodo di cambiamento, è chiaro che la visione che la nuova leadership ha per il futuro è diversa da quella abbiamo avuto. Va bene. Fa tutto parte del cambiamento“.

Alex MacCallum, invece, capo del prodotto e direttore generale della CNN+, gestirà CNN Digital e lavorerà con Licht, con l’intento di determinare una strategia di leadership per il futuro.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Via
CNN.com

Ileana Gira

Ileana, classe 1994 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell’arte in ogni sua forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Adv
Back to top button