Streaming e TV

I Simpson: la sitcom animata statunitense compie 35 anni dal suo debutto

Era il 19 aprile 1987, quando la sitcom animata statunitense, The Simpson, fece il proprio debutto in televisione, in qualità di corto animato da un minuto, durante gli intermezzi pubblicitari del talk show denominato “The Tracey Ullman Show“.

I corti andarono in onda fino al 1989, anno in cui la serie venne trasmessa in prima serata, sotto forma di episodi di mezz’ora. La prima puntata della serie vera e propria fu “Un Natale da cani” (nella versione originale “Simpsons Roasting on an Open Fire“).

I Simpson, diventato uno degli show di punta della 20th Century Fox (adesso 20th Century Studios), ha ottenuto negli anni diversi riconoscimenti e premi ed è stato trasmesso per la prima in Italia il 1° ottobre 1991 in chiaro sulle reti Mediaset (in Italia gli episodi sono disponibili anche su Fox e su Disney+).

Nel 2007 ne è stato tratto un lungometraggio, intitolato “I Simpson – Il film” (The Simpsons Movie in lingua originale).

La serie, creata dal fumettista Matt Groening con l’aiuto di James L. Brooks, è incentrata sulla famiglia Simpson, composta da: Homer, che intende rappresentare lo stereotipo dell’americano di classe media, pigro e pasticcione, capace di scatti di coraggio e umanità; la moglie Marge, gentile e premurosa; il figlio Bart, combinaguai disobbediente; la figlia Lisa, intelligente e saputella, e la figlia neonata Maggie. Essi vivono insieme a Springfield, città fittizia di uno stato americano di cui non viene mai fatto il nome.

Oltre ai membri della famiglia Simpson, durante gli episodi sono presenti anche personaggi secondari (come Ned Flanders, il Dr. Hibbert, Moe il barista e il capo della polizia Clancy Wiggum) e guest star, che danno voce a personaggi fittizi o alle loro trasposizioni animate (la serie detiene il record per “Più celebrità partecipanti ad una serie animata“).

Simpson

L’obiettivo dello show è quello di affrontare in maniera satirica diversi temi della società moderna, che siano di carattere ambientale o politico, oppure relativi al sistema scolastico pubblico o ai media (come televisione e radio).

A causa dei temi trattati, infatti, la serie è incorsa più volte nella censura da parte delle emittenti e/o dei governi dei paesi esteri.

Anche la religione è un tema ricorrente della serie: in alcune puntate, ad esempio, Dio viene rappresentato come un uomo enorme dalla lunga barba bianca, di cui non si vede il volto. Dio, inoltre, è l’unico personaggio della serie animata ad essere raffigurato con 5 dita delle mani e dei piedi (tutti gli abitanti di Springfield ne presentano solo 4).

Tra i “marchi di fabbrica” della serie I Simpson, infine, c’è la sigla iniziale, caratterizzata da una serie di sequenze collegate tra loro, in cui compaiono tutti i protagonisti, accompagnate dal tema musicale d’apertura composto da Danny Elfman.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Ileana Gira

Ileana, classe 1994 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell’arte in ogni sua forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Adv
Back to top button