Sicurezza Tech

Cyber pericoli anche a San Valentino: attenzione a truffe e false promozioni ricevute via email

Le truffe e i cyber crimini non si fermano neanche a San Valentino, ma sembrano addirittura essere aumentati aumentati rispetto agli anni precedenti.

Ad analizzare il fenomeno delle truffe digitali legate alla festa degli innamorati è Check Point Research (CPR), una divisione del fornitore di soluzioni per la cybersecurity Check Point Software Technologies, che già a Gennaio 2021 aveva collaborato con TikTok per coprire una falla nel codice del social network.

Secondo un report sui rischi cibernetici di San Valentino rilasciato da CPR, nella seconda metà di Gennaio 2021 si è registrata un’impennata delle campagne di phishing e truffe virtuali, con oltre 400 email a settimana inviate da cyber criminali.

Questo genere di truffe digitali è particolarmente pericoloso perché rappresenta un attacco mirato alle potenziali vittime, che vengono contattate soprattutto tramite posta elettronica, ma che possono includere anche campagne fraudolente via SMS e siti web.

L’impennata è stata caratterizzata soprattutto da un grande numero di domini (o indirizzi web) registrati a Gennaio 2021, poco prima della festa degli innamorati, con un aumento del 29% rispetto a quelli registrati nei mesi precedenti, e dei quali lo 0,5% è risultato essere pericoloso e l’1,8% sospetto su un totale di 23.000 nuove registrazioni.

Un esempio di email e dominio fraudolenti portato da CPR è quello di una campagna promozionale fittizia di Pandora, che invogliava i clienti ad acquistare articoli di gioielleria in forte sconto, ma che in realtà li indirizzava a una falsa pagina web che imitava il sito ufficiale dell’azienda.

Per evitare di cadere vittima dei tentativi di frode e di truffe simili, sia che siano stati organizzati per San Valentino che per altre occasioni, bisogna innanzitutto controllare sempre la veridicità della fonte che riporta il link o la notizia di una promozione.

Per conoscere le anteprime, le novità e gli approfondimenti sulla telefonia, è possibile unirsi al canale Telegram di TelefoniaTech per rimanere sempre aggiornati.

truffe grafico domini registrati san valentino

Nel caso di email contenenti annunci pubblicitari vantaggiosi o offerte promozionali particolarmente allettanti, è sconsigliato cliccare sul link contenuto nella email stessa, ed è invece preferibile accedere alla pagina ufficiale del rivenditore in questione dopo averla ricercata tramite un motore di ricerca.

Inoltre, è buona pratica controllare con precisione il mittente delle email contenenti offerte promozionali, che spesso viene mostrato con un nome corretto ma che dopo un’attenta analisi potrebbe dimostrarsi essere un indirizzo di posta elettronica fittizio o fasullo, e non riconducibile al contatto ufficiale di qualche azienda.

Come suggerito anche da CPR, si suggerisce l’utilizzo di credenziali diverse per ogni account, per evitare di mettere a rischio di truffe anche tutti gli altri accessi che utilizzano la stessa password, facendo attenzione anche a tutte le email che richiedono di reimpostare la propria password, soprattutto quando la procedura di reimpostazione non è stata richiesta ma è arrivata improvvisamente.

Le email e i tentativi di phishing sono inoltre solitamente svolti per mezzo di linguaggi che cercano di convincere le vittime di un’urgenza impellente o di scadenze sospette, in modo da portare chi le legge a non pensare e controllare bene prima di cliccare su un link o aprire un allegato potenzialmente dannoso.

Il rischio maggiore derivante da questo tipo di truffe è la condivisione involontaria, da parte delle vittime, dei propri dati personali o il trasferimento di denaro incontrollato, azioni che spesso accadono nella convinzione dei soggetti colpiti di stare operando in un ambiente sicuro, quando invece si tratta di truffe o tentativi di raggiro.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Enrico Pesce

Laureato in lingue orientali e da sempre immerso nel mondo della tecnologia, delle comunicazioni e del web
Back to top button