Tech

Reply ha inaugurato Area42 per lo sviluppo di tecnologie in ambito industriale

La società Reply ha recentemente inaugurato Area42, il nuovo centro di ricerca applicata focalizzato sullo sviluppo di tecnologie, negli ambiti Autonomous Warehouse, Last Mile Delivery, Robotica, Connected Products, Blockchain e Metaverso, per la realizzazione di prototipi da applicare a “use case” reali in ambito industriale.

I laboratori di Area42 si trovano all’interno della nuova sede torinese di Reply, sita nella Palazzina Lingotto, al civico 250 di via Nizza a Torino (con una superficie di 20 mila metri quadri), ristrutturata e ottimizzata secondo i nuovi modelli di lavoro del Gruppo.

In questi spazi, Reply ospiterà i propri clienti, con l’intento di sperimentare e incubare nuovi concept e testare le ultime tecnologie, per abilitare prodotti e servizi digitali.

La Palazzina del Lingotto offre uno spazio multifunzionale, con aree off limits a cellulari e riunioni, per favorire la concentrazione, e spazi comuni, dedicati a brainstorming, ma anche a sport, ristorazione e tempo libero, per una maggiore condivisione delle idee e socializzazione sul luogo di lavoro.

Reply

Queste, le parole di Tatiana Rizzante, Amministratore Delegato di Reply:

La nascita di Area42 si inserisce in un progetto più ampio di eccellenza in termini di riqualificazione immobiliare che abbiamo avviato qui a Torino. Pur nel rispetto dei vincoli imposti dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici per quello che è considerato un simbolo dell’architettura moderna, abbiamo voluto spazi armonici e stimolanti per lavorare, confrontarsi e fare ricerca.

L’interconnessione degli spazi destinati a funzioni diverse, dal lavoro singolo a quello di team, dalla condivisione di progetti a quella di momenti di svago, dai lounge fino ai laboratori, crea uno spazio fluido e aperto. I nostri ragazzi, ma anche i clienti e i partner possono vivere un’esperienza immersiva e sperimentare l’innovazione tecnologica.

Di seguito, nello specifico, i 6 Laboratori di Area42: Autonomous Warehouse, dove si studiano e sviluppano soluzioni per la gestione autonoma delle attività di magazzino, con l’utilizzo di droni e veicoli autonomi, in grado di interfacciarsi con piattaforme di gestione del magazzino, come LEA Reply; Last mile delivery, dedicato allo sviluppo di soluzioni per integrare e gestire la mobilità di veicoli e robot a guida autonoma all’interno di spazi predefiniti (come campus, ospedali e fabbriche), in grado di interagire con l’ambiente circostante; Robotics, che combina le tecnologie di Intelligenza Artificiale con la robotica, per sperimentare l’agilità dei robot autonomi e scenari d’uso di interazione tra essi e ambienti di vaste dimensioni, che necessitano di attività di manutenzione e controllo ripetitive.

A questi si aggiungono: Connected Products, dedicato al design e allo sviluppo di prodotti e servizi connessi, dalla prototipazione dei dispositivi fino alla realizzazione degli applicativi di front-end, grazie anche al supporto di acceleratori IoT; Blockchain, che sperimenta l’applicazione delle tecnologie blockchain per abilitare scenari reali basati sull’Identità Digitale dei Veicoli, e Metaverse, che si concentra sull’applicazione e l’integrazione di soluzioni di Mixed Reality per creare applicazioni immersive, ambienti virtuali, in cui è possibile entrare e muoversi e dove convivono oggetti virtuali e oggetti fisici (il metaverso).

Secondo quanto affermato da Filippo Rizzante, CTO di Reply, comunque, le sei tematiche su cui si focalizza Area42 sono destinate ad ampliarsi.

Il nuovo centro di ricerca si aggiunge agli altri laboratori di Reply in Europa: il Test Automation Center, dedicato all’automated monitoring & testing della qualità di prodotti e servizi business critical, e l’IoT Validation Lab, dedicato alla validazione di soluzioni interconnesse, presenti anch’essi nella nuova sede del Lingotto; Area 360, il centro per la realtà aumentata e virtuale a supporto del business, con sede a Milano; l’Immersive Experience Lab di Monaco; il Cyber Security Lab a Colonia, dedicato allo studio e al test delle minacce cyber, e quelli in prossima apertura a Londra, dedicati alla robotica, edge computing e tecnologie sensoriali.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button