Telefonia Mobile e Fissa

Osservatorio sulle Comunicazioni: aumento accessi in FTTH e nel mobile iliad continua a crescere

Nella giornata di oggi 13 Luglio 2021, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha pubblicato gli ultimi dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni, ovvero quelli relativi al primo trimestre del 2021.

Cominciando con l’audience dei principali social network, la principale piattaforma utilizzata dagli utenti risulta essere Facebook, con 35,9 milioni di utenti unici e una dinamica in contrazione su base annuale (-2,5 milioni di navigatori).

Esclusivamente per Pinterest (+3,1 milioni di utenti) e Tik Tok (+3,4 milioni di utenti) si riscontrano invece performance in controtendenza.

Passando ai dati riguardanti l’utilizzo di internet, durante il mese di marzo 2021, 44 milioni di utenti medi giornalieri hanno navigato in rete per un totale di 66 ore di navigazione mensile ciascuno.

Per quanto concerne la gli accessi alla rete fissa, il numero complessivo è cresciuto di 450 mila su base annua e per poco meno di 140 mila unità rispetto al trimestre precedente.

Il maggiore operatore risulta essere TIM con il 42,2%, seguito da Vodafone con il 16,4%, Fastweb con il 15,1% e WindTre con il 13,9%.

Secondo i nuovi dati dell’Osservatorio AGCOM, vengono rilevati inoltre importanti cambiamenti nelle tecnologie utilizzate per la fornitura del servizio: nel marzo 2017 gli accessi in rame erano oltre l’80%, mentre dopo quattro anni questi sono scesi al 33% (con una flessione di 9,93 milioni di linee); gli accessi in tecnologia FTTC sono aumentati di 7,11 milioni di unità, quelli in FTTH di 1,65 milioni e quelli in FWA di 0,70 milioni.

Questo si riflette dunque in un aumento delle prestazioni in termini di velocità di connessione, con una crescita delle le linee che permettono di navigare con 100 Mbps o più. Nel dettaglio, da Marzo 2017 a Marzo 2021, queste linee sono passate dal 5,6% al 55,1% del totale.

A fine marzo 2021, relativamente alla rete mobile, le SIM complessive superano i 104 milioni con una crescita di 1,2 milioni di unità su base annua. Nello specifico, le SIM “solo voce” e “voce+dati” sono scese di 800 mila unità, ma quelle M2M sono cresciute di oltre 2 milioni.

TIM risulta essere il market leader anche in questo campo con il 29,0%, seguito da Vodafone con il 28,7%, WindTre con il 25,3% e Iliad con il 7,2%.

Se invece si escludono le SIM M2M considerano quindi soltanto le SIM human, nonostante una quota in calo di due punti percentuali, WindTre si conferma il principale operatore con il 27,3%, seguito da TIM con il 26,3%, Vodafone con il 23,6% e Iliad con il 9,7% e una crescita di 2,3 punti percentuali su base annua.

Sempre nel settore della rete mobile, prosegue a ritmi sostenuti la crescita dell’utilizzo della banda larga da parte degli utenti: nel primo trimestre dell’anno, il consumo medio unitario mensile è di circa 11,6 Giga al mese, in crescita di oltre il 40% su base annua, mentre nel primo trimestre del 2021, oltre il 72% delle linee human ha effettuato traffico dati.

Ecco l’Osservatorio sulle Comunicazioni completo:

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

 

Continuando con il settore dell’editoria, prosegue invece l’andamento negativo con una vendita di quotidiani (copie cartacee e copie digitali complessive) pari a circa 50 milioni di copie, con un calo del 9% su base annua.

Tra Marzo 2017 e Marzo 2021, le copie cartacee vendute giornalmente dai principali editori passano infatti da 50 a 29 milioni di unità con una contrazione del 42%. Allo stesso tempo, considerando l’intero periodo anche le copie digitali risultano in diminuzione (-8 punti percentuali), ma è possibile notare un aumento mettendo in considerazione soltanto i valori dello scorso Marzo 2020 (+7 punti percentuali).

Durante il primo trimestre dell’anno, con riferimento al settore postale, i ricavi complessivi registrati dall’Osservatorio sono cresciuti in media del 25,5%, rispetto al corrispondente periodo del 2020. Questo risultato deriva dalla flessione dei servizi di corrispondenza (-7,9% su base annua) e dalla crescita di quelli relativi alla consegna dei pacchi (+41,9% su base annua, con quelli nazionali che evidenziano una crescita del 50% circa).

In questo campo il principale operatore è il Gruppo Poste Italiane, con il 36,1% (ma in flessione di 5,7 punti percentuali su base annua), seguito da BRT (13,6%), e da Amazon che con una crescita di 4,3 punti percentuali rispetto a marzo 2020, aumenta fino al 12,4%.

Per conoscere le anteprime, le novità e gli approfondimenti sulla telefonia, è possibile seguire TelefoniaTech su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

Su base annua, i ricavi unitari medi dei servizi di corrispondenza mostrano una discesa del 7,7%, mentre quelli relativi ai servizi di consegna dei pacchi nazionali e internazionali scendono del 6,2% e del 12,1% rispettivamente.

A testimonianza di come gli acquisti online stiano caratterizzando in misura strutturale le modalità di acquisto degli italiani, viene rilevata una crescita di oltre il 60% nel numero di pacchi movimentati (+62,9% con riferimento alle sole consegne domestiche) e una flessione del 6% per i servizi di corrispondenza.

Si prosegue infine con il settore televisivo, con un incremento di 1,4% rispetto a marzo 2020. In questo caso la leadership viene confermata dalla Rai, che raggiunge uno share del 37,5% e 4,3 milioni di telespettatori nel giorno medio.

Al secondo posto è presente Mediaset, che con 3,7 milioni di telespettatori nel giorno medio registra una diminuzione della propria quota (-0,3 punti percentuali) che si attesta al 31,8%. All’interno dell’Osservatorio AGCOM si possono inoltre notare performance negative per Comcast/Sky (- 0,6 punti percentuali) e La7 del Gruppo Cairo Communication (-0,6 punti percentuali), mentre risultano stabili quelle di Discovery.

Mostrano invece un aumento di 2 punti percentuali gli ascolti ottenuti dagli altri operatori, che complessivamente raggiungono il 14,2%.

Gli ascolti delle edizioni serali dei telegiornali principali evidenzia il Tg1 e il Tg5 tra i più seguiti (con circa 11,3 milioni di ascoltatori totali). Al terzo posto si colloca invece l’edizione serale del TgR di Rai 3, con uno share pari al 15,3%.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Seguite inoltre il canale Offerte Live di Telegram e partecipate al nostro Forum.

Maurizio Contina

Maurizio è un ragazzo del '99 appassionato di tecnologia, videogiochi e animazione giapponese. Scrive articoli solo di recente.
Back to top button