Operatori di Telefonia

Inwit: ufficializzata l’emissione del secondo bond da 750 milioni di euro

La nuova Inwit ha annunciato, in data 13 Ottobre 2020, di aver ufficialmente concluso la seconda emissione obbligazionaria per un totale di 750 milioni di euro, dopo che i suoi investitori, secondo quanto dichiarato, avevano chiesto un cifra quattro volte inferiore all’offerta presentata.

Giovanni Ferigo, Amministratore Delegato di Inwit, ha commentato il traguardo raggiunto sottolineando come il successo dell’emissione del nuovo bond sia un segnale di fiducia dei mercati nei confronti della società, mentre il tema delle infrastrutture tecnologiche in Italia continua ad essere affrontato.

Ferigo ha poi aggiunto:

L’ottima qualità e la numerosità degli ordini ci permettono di estendere la durata del nostro debito ed ottimizzarne il costo e rappresentano un nuovo riconoscimento della solidità del nostro business e del disegno industriale nell’accelerazione del processo di digitalizzazione del Paese.

Inwit aveva infatti emesso lo scorso Luglio 2020 il suo primo bond inaugurale, per un totale di 1 miliardo di euro, con scadenza di 6 anni, cedola 1,875% e rendimento 1,909%.

Questo secondo bond è stato emesso nell’ambito del Programma Euro Medium Term Notes (EMTN) di Inwit, è destinato ad investitori istituzionali e si presenta a tasso fisso con cedola dell’1,625%, durata di 8 anni, fino al 21 Ottobre 2028 e rendimento effettivo 1,658%.

L’operazione di collocamento si è inserita nel rifinanziamento di parte del debito bancario. Più di 300 investitori nazionali ed internazionali hanno mostrato interesse verso l’emissione, con richieste complessive che hanno superato i 3 miliardi di euro.

L’operazione è stata supportata da un gruppo di banche composto da BNP Paribas, Crédit Agricole CIB, HSBC, Mediobanca e Unicredit in qualità di Joint Bookrunners e da Banca Akros, Banca IMI, BBVA, BofA Securities, e SMBC Nikko in qualità di altri Bookrunner.

 

Per rimanere sempre aggiornati su nuovi post di TelefoniaTech.it è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech.it su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Redazione TelefoniaTech

TelefoniaTech.it nasce con l’obiettivo di informare i lettori su cosa succede nella telefonia e nel mondo della tecnologia.

Articoli Correlati

Back to top button