Videogiochi

Esport: in crescita secondo le analisi effettuate da PayPal e Newzoo

PayPal, con la collaborazione di Newzoo, azienda analista del settore gaming e degli esport a livello globale, ha rilasciato i dati aggiornati sul fenomeno del gaming competitivo in Italia e in Europa.

Il sondaggio online sul mondo degli sport digitali legati ai videogiochi competitivi ha contato più di 10000 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 45 anni, provenienti da 10 mercati europei quali Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

L’obiettivo di quest’indagine è stato quello di analizzare le abitudini di fruizione e spesa relativamente agli esport, l’impatto del COVID 19 sul settore, le barriere ai pagamenti online e il ruolo delle donne come consumatrici di contenuti.

Dai dati rilasciati emerge che l’Italia si trova al primo posto come percentuale di appassionati (intesi come consumatori abituali e regolari di contenuti) del mondo degli esport, con il 42% del pubblico totale che dichiara di usufruire di contenuti esport insieme agli amici.

In seguito alle analisi rilasciate da Newzoo, è emerso inoltre che il 59% degli spettatori italiani ha espresso il desiderio di voler vedere competere la propria squadra del cuore di uno sport tradizionale anche nel mondo degli esport.

logo newzoo analisi

Il mercato degli sport digitali è infatti in rapida crescita e ha visto, rispetto al 2019, un incremento del 7,4% di pubblico, con 92 milioni di spettatori europei previsti entro la fine del 2020. I ricavi del mercato seguono di pari passo l’aumento in popolarità: secondo i dati rilasciati si prevede un fatturato di 973,9 milioni di dollari solo nel 2020, con una crescita fino a 1,6 miliardi di dollari entro il 2023.

Il pubblico degli esport ha visto una grande crescita anche tra il pubblico femminile: le italiane sono tra le più propense ad acquistare prodotti a tema esport subito dopo le spagnole, con maggiori probabilità di acquistare merchandising fisico rispetto agli uomini, che scelgono soprattutto beni digitali.

Maria Teresa Minotti, Director di PayPal Italia, ha commentato così lo sviluppo del settore esport:

Gli esport vanno oltre il semplice concetto di gaming: si tratta di una fusione tra sport e intrattenimento capace di divertire milioni di persone in tutto il mondo. Negli ultimi anni questo settore ha incrementato esponenzialmente i propri spettatori, così come è cresciuta in maniera significativa la spesa legata agli esport grazie a una serie di prodotti acquistabili all’interno dei videogame, come gli elementi per la personalizzazione di avatar ed equipaggiamento virtuale, ma anche al merchandise fisico sponsorizzato dai team e dalle competizioni ufficiali più celebri. I risultati generati negli ultimi anni dagli esport e le potenzialità di crescita del settore sono chiari indicatori della necessità di prestarvi particolare attenzione. Siamo consapevoli di quanto sia importante garantire pagamenti semplici per ogni transazione, per questo consideriamo un privilegio poter supportare, sempre di più, gli appassionati di esport.

Per quanto riguarda le spese effettuate dagli spettatori, l’Italia si posiziona al secondo posto insieme alla Francia e subito dietro la Spagna come numero di acquisti digitali o fisici.

Tra le caratteristiche principali richieste per invogliare il pubblico all’acquisto di oggetti a tema esport, emerge il design e la qualità del prodotto, ma anche la sicurezza dei pagamenti e delle transazioni.

Altri dati interessanti emergono dai numeri legati al periodo del lockdown causato dal COVID-19, con il 78% di spettatori italiani che ha dichiarato di aver fruito di un maggior numero di contenuti durante il periodo di restrizione.

Il 66% si è dichiarato propenso a continuare la fruizione di un maggior numero di contenuti anche in seguito alla fine delle restrizioni, con il 72% degli appassionati italiani che ha dichiarato di aver passato più tempo a giocare da Marzo 2020, essendo questa stata un’attività praticabile in sicurezza presso le proprie case.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Enrico Pesce

Laureato in lingue orientali e da sempre immerso nel mondo della tecnologia, delle comunicazioni e del web
Adv
Back to top button