App e Social

Presentata Getfy, un’app italiana rivolta al mondo della ristorazione e non solo

Nel mese di Agosto 2020 è stata presentata ufficialmente Getfy, un’app sviluppata da due italiani che permette di creare un canale di comunicazione diretto tra negoziante e consumatore.

Il target principale di Getfy è il mondo della ristorazione, ma l’app si declina a qualunque tipo di attività commerciale, infatti, dopo qualche mese, è entrata anche nel mondo delle discoteche e dei locali notturni.

L’applicazione di Cesare Vicentini (27 anni) e Davide Sardei (25 anni) unisce in un’unica piattaforma diverse funzionalità già disponibili separatamente in altre app, creando in tal modo un sistema più immediato, non solo per gli esercenti, ma anche per i clienti dei locali che utilizzano Getfy.

Tra le funzioni disponibili è presente, ad esempio, un menu digitale che permette di fare ordini al tavolo, in take away o anche da casa con consegna a domicilio. È possibile, inoltre, chiamare il cameriere e pagare direttamente con lo smartphone.

Getfy nasce a Vicenza con il patrocinio del Comune, anche come strumento anticontagio, le sue funzioni infatti, aiutano a evitare contatti diretti e a non creare assembramenti ai banconi dei locali. Per usufruire dei servizi che fornisce l’applicazione, bisogna inquadrare il QR Code o scannerizzare il tag NFC all’interno del locale o direttamente al tavolo.

Per quanto riguarda gli esercenti, l’app mette a disposizione loro varie funzioni, come la possibilità di monitorare tutte le attività del locale, anche da remoto. I proprietari dei locali possono visualizzare i tavoli disponibili e quelli occupati, controllare lo stato degli ordini, consultare le notifiche e le richieste dei clienti, gestire il magazzino e accettare o aggiungere ordinazioni.

Gli esercenti hanno anche la possibilità di suddividere le ordinazioni per fascia oraria, impostando un limite massimo di clienti ordinanti, in modo da non avere sovrapposizioni di ordini o ritardi di evasione. Inoltre sono disponibili varie funzioni che permettono di modificare il profilo digitale del proprio locale, gestendo, ad esempio, il menu o i costi di consegna.

I due founder di Getfy, Cesare Vicentini e Davide Sardei, specificano:

“Abbiamo sviluppato Getfy perché sappiamo quanto il mondo delle App sia intuitivo e pratico ma al tempo stesso ci siamo resi conto di come mancasse sul mercato un’applicazione che, attraverso un’unica piattaforma, potesse rispondere alle esigenze di consumatori ed esercenti. Ad oggi il riscontro che stiamo ottenendo è incredibilmente positivo e in soli pochi mesi di attività siamo già arrivati a lavorare con svariate centinaia di realtà, dalla pizzeria al sushi bar, andando così a confermare la piena versatilità ed adattabilità del sistema Getfy. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgerne ulteriori 1000 entro la fine del 2020, andando a toccare tutti quei settori merceologici, come i locali notturni, i bar ma anche alimentari e negozi online, che siamo sicuri possano trovare in Getfy un vero e proprio alleato per il proprio business”

Getfy è disponibile per iOS (ecco il link diretto) e per Android (ecco il link diretto).

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Telefonia Tech

TelefoniaTech.it nasce con l’obiettivo di informare i lettori su cosa succede nella telefonia e nel mondo della tecnologia.
Back to top button