App e Social

DIG: il social network che mette in comunicazione le persone appassionate di musica

DIG è un social network, lanciato a fine 2021 e disponibile per dispositivi Android e iOS, che ha lo scopo di mettere in comunicazione le persone tramite la loro passione per la musica.

L’applicazione, utilizzata in più di 20 Paesi e fruibile per gli abbonati Spotify Premium, è stata sviluppata dalla Software House More Factory, società con sede tra Roma e Modena, con cui DIG continua a lavorare per rilasciare la versione 2.0.

Il social network musicale, nello specifico, prende il nome dal verbo inglese “to dig”, che in italiano significa “scavare” ma in ambito musicale viene attribuito agli appassionati ricercatori musicali, per fini di produzione o per passione personale.

DIG, inoltre, è l’acronimo delle tre funzionalità primarie della piattaforma, ovvero: Discover, per scoprire nuova musica, tramite la community internazionale; Interact, per interagire con altri utenti, attraverso chat e reviews, e Grow, per crescere musicalmente, scoprendo nuovi artisti, e a livello personale, tramite i contatti con gli altri utenti.

Sul sito dell’applicazione, inoltre, è possibile acquistare t-shirt e cappelli personalizzati con la propria canzone preferita, attraverso lo scan del QR code, seguendo la filosofia sharing by wearing.

Di seguito le parole di Ranieri Cipriani Foresio, Founder e CEO di DIG:

L’idea è nata durante i miei studi di Music Business & Production ad Amsterdam, dove frequentavo l’Università Sae.

Girando la città in bicicletta, vedere giovani sempre connessi ai propri auricolari, ha generato in me la curiosità di scoprire cosa stessero ascoltando e se i loro gusti musicali fossero in linea con i miei.

Questa è l’idea che ha dato origine a DIG, un social che possa unire le persone in base al loro particolare interesse verso la musica.

Basando la propria filosofia sulla parole del poeta irlandese William Butler Yeats, ovvero “There are no strangers here; Only friends you haven’t yet met”, l’obiettivo della piattaforma è permettere ai suoi utenti di conoscere nuova musica, interagire e, nel caso, promuovere la propria arte.

La musica condivisa all’interno di DIG viene raccolta all’interno della DIG Map.

Questa colloca tutti gli ascolti effettuati sull’app all’interno della mappa geo-referenziata, in cui ogni utente può navigare e ascoltare la musica postata dagli altri iscritti in tutto il mondo.

Gli utenti, infine, possono applicare filtri e organizzare la propria ricerca musicale per genere, artista, album o canzone singola.

Così facendo, è possibile entrare in contatto con tutte le persone che ascoltano o hanno ascoltato, ad esempio, il proprio artista preferito, oltre a scoprire dove si trovano.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Ileana Gira

Ileana, classe 1994 con laurea in Graphic Design, è appassionata di cinema, copywriting e dell’arte in ogni sua forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Adv
Back to top button