App e Social

Tornano i Crashcodes che bloccano Whatsapp: alcune linee guida per arginare il problema

Stanno circolando nuovamente i CrashCodes, messaggi di testo potenzialmente in grado di bloccare il funzionamento di whatsapp su certi smartphone, tra cui alcuni Xiaomi o Samsung.

Come anche segnalato da Webnews, WABInfo, blog dedicato alle novità relative all’app di messaggistica verde, ha informato gli utenti della piattaforma che dei malintenzionati stanno inviando dei messaggi lunghi e contenenti caratteri speciali che purtroppo fanno entrare l’app in un loop infinito, bloccandola.

Si sottolinea che il classico spegni e riaccendi non funziona: nonostante infatti si provi a chiudere e riaprire l’app, il problema non si risolve.

Ciò avviene a causa di una combinazione di caratteri difficili da renderizzare graficamente e che causano così l’arresto di whatsapp.

L’utente si ritrova costretto a disinstallare e reinstallare l’applicazione, rischiando però di perdere intere chat e cronologie.

Spesso questi testi malevoli sono inviati anche sotto forma di Vcard, ovvero il formato con il quale si condividono i contatti. In quest’ultimo caso il codice di arresto è inserito all’interno di nomi improbabili e molto lunghi.

Se si è già loggati su whatsapp web, un modo per arginare il problema è quello di cancellare tramite pc il messaggio ricevuto (a differenza degli smartphone, l’app desktop continua a funzionare).

Questo sarà possibile però solo se l’accesso dal computer è già stato salvato in precedenza dato che per la sincronizzazione tra app web e app mobile è necessario scannerizzare un codice QR dal whatsapp del proprio smartphone.

Si consiglia di modificare le proprie privacy policy, ad esempio permettendo solo ai contatti di aggiungere il proprio account all’interno di gruppi o agendo sulle opzioni i miei contatti e I miei contatti tranne… e segnalando il numero che ha inviato il codice malevolo.

Alcuni utenti stanno inoltre installando apposite versioni dell’app dotate di un filtro per questo tipo di codici. Però, come dichiarato da un portavoce di Facebook a Techradar, Whatsapp sta già sviluppando e rilasciando una patch per la nuova versione della piattaforma di messaggistica.

Per questi motivi si ricorda che è importante controllare sempre la disponibilità di eventuali aggiornamenti delle proprie applicazioni e procedere al download degli stessi.

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi post di TelefoniaTech è possibile unirsi gratis ai canali ufficiali di Telegram e Whatsapp.

Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech anche su Google News, Facebook, X e Instagram.

Questo post può contenere link di affiliazione, attraverso i quali ogni acquisto o ordine effettuato permette a questo sito di guadagnare una commissione. In qualità di affiliati Amazon e di altri store terzi, otteniamo una commissione sugli acquisti idonei, senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.

Via
Webnews.itMetro
Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Grazie per essere qui, ci teniamo a informarti che con Adblock attivo non riusciamo a mantenere i costi di questo servizio. La nostra politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi TelefoniaTech.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per permetterci di continuare a offrirti il nostro servizio gratuito.