SmartphoneVideogiochi

Lenovo lancia il nuovo Legion Phone Duel, lo smartphone per il gaming

Con l’avvento della tecnologia 5G e l’ampliamento dei titoli e contenuti disponibili, il mobile gaming si afferma sempre più nello scenario videoludico.

Per questi motivi Lenovo presenta il nuovo smartphone con sistema operativo Android Legion Phone Duel (in Cina denominato Lenovo Legion Phone Pro) progettato per i gamer, la quale disponibilità è prevista per l’inizio di Luglio 2020 in Cina e in mercati selezionati di Asia Pacifico, EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) e in seguito in America Latina.

La tempistica di rilascio e i prezzi possono variare per singolo mercato. Il dispositivo si basa sulla piattaforma mobile 5G Qualcomm® Snapdragon™ 865 Plus, che supporta il 5G (sub-6) e fornisce un’esperienza di gioco di tipo Qualcomm Snapdragon Elite™.

Il servizio 5G è però disponibile solo in mercati selezionati e previa attivazione di un piano dati mobile che lo prevede. Inoltre al suo lancio lo smartphone  non supporterà la tecnologia 5G mmWave.

La velocità massima di connessione testata è di fino 2,5 Gbps, in più il device è dotato di una RAM LPDDR5 con fino a 16 Giga (con configurazione opzionale da 12 Giga) e di uno spazio di archiviazione di UFS 3.1 fino a 512 Giga.

Per evitare il surriscaldamento dello smartphone è stato previsto un duplice sistema di raffreddamento a liquido e tubi di rame.

Con il medesimo obiettivo le batterie doppie da 2500 mAh sono state spostate ai lati, dove vengono poggiate le mani dei giocatori, così da evitare contatti con la scheda, che è più soggetta a riscaldamento in quanto integra il processore.

Difatti è possibile selezionare la modalità di visualizzazione orizzontale (non solo per videogiocare), oppure passare alla verticale.

Tramite la modalità Home è possibile anche inviare contenuti o giocare su un monitor esterno o una TV connessa utilizzando una tastiera wireless e un mouse, oppure connettendo i propri accessori via cavo attraverso una dock.

Dotato di una fotocamera frontale da 20 MP, cattura filmati HD con risoluzione 1080p e registra in 4K fino a 30 FPS (fotogrammi al secondo). È presente pure una fotocamera da 64 MP e un sensore a quadruplo pixel con una risoluzione di 16 MP sia per le condizioni di buio che di luminosità.

La fotocamera principale si caratterizza per rimanere nascosta in caso di inutilizzo. Per gli streamer sono state integrate anche le funzioni di trasmissione mobile così da potersi connettere direttamente ai propri canali Twitch e Youtube.

Per consentire i video in diretta e facilitare la registrazione in eventi videoludici come quelli di eSport sono stati anche montati sul dispositivo quattro microfoni con cancellazione del rumore. Per registrare la propria voce e le proprie reazioni mentre si gioca si può riattivare la fotocamera anteriore integrata durante il gioco per registrare e sovrapporre simultaneamente l’immagine sullo schermo.

È possibile rimuovere lo sfondo e utilizzare l’IA (intelligenza artificiale) per potenziare automaticamente la propria immagine tramite il selfie editor con diversi originali filtri di fotoritocco e opzioni di correzione.

Come affermato nel comunicato stampa, al momento del lancio gli utenti possono migliorare da soli le immagini con i sistemi di regolazione presenti e, in seguito, tramite un aggiornamento del telefono, questa funzione permetterà agli utenti anche di regolare le impostazioni dei filtri (fino a 100 livelli di intensità variabile), prima di condividere clip stilizzate.

Il dispositivo supporta pure l’applicazione di adesivi di realtà aumentata chiamati Playground Playmoji.

Con il nuovo telefono targato Lenovo è anche possibile personalizzare le luci con effetti di illuminazione RGB programmabili per l’icona Y e per il retro della fotocamera selfie pop up, facendole anche cambiare dinamicamente a seconda degli effetti in-game.

Il display è touchscreen in vetro AMOLED da 6,65 pollici Full HD (2340 x 1080) con frequenza di aggiornamento di 144 Hz e frequenza di campionamento dei comandi touch di 240 Hz.

Il joystick virtuale e i doppi pulsanti di attivazione a ultrasuoni sono integrati e il dispositivo è dotato di un doppio motore a vibrazione.

Vi è anche una porta di ricarica centrale per quando è necessario ricaricare la batteria durante l’uso in modalità orizzontale. La ricarica turbo da 90 W completa richiede entrambi i cavi di ricarica (dalle porte centrale e laterale) per alimentare le due batterie per un totale di 5000 mAh sommati.

L’azienda infatti ha affermato che una carica completa della batteria da 5000 mAh con spina tipo C garantisce in media fino a 24 ore di utilizzo normale o fino a 7 ore in caso di gioco intermittente.

Inoltre viene sostenuto da Lenovo che, in condizioni ideali, la batteria passa da zero fino al 50% di carica in soli 10 minuti e una carica completa richiede 30 minuti.

Lenovo Legion Realm, il dashboard personalizzato per la gestione del software, permette ai giocatori di modificare le impostazioni delle prestazioni hardware, scorrere i titoli scaricabili in Google Play™ e selezionare la rete abilitata disponibile che offre la migliore qualità o il minor traffico in quel momento, ad esempio WLAN, 5G o Wi-Fi 6.

Durante il gioco, non appena terminata una sessione, con il Lenovo Phone Duel è possibile visualizzare i momenti salienti della partita tramite una schermata di anteprima, così da poter selezionare e poi unire insieme le clip registrate, se lo si desidera, prima di condividerle con gli altri.

Nel caso si dovesse dimenticare di registrare il record, si potrà usare un dito per far scorrere il tasto destro a scatto a ultrasuoni verso sinistra così da tornare indietro nel tempo e registrare all’istante ciò che è appena successo per condividere la vittoria con i propri compagni di battaglia, i fan e gli amici.

Infine il dispositivo con i suoi 239 grammi e 9,9 mm nel suo punto più spesso è dotato sia di due altoparlanti stereo frontali con grandi casse acustiche da 1,4 cc che delle funzioni Audio to Vibration (A2V), uno strumento che analizza i segnali direzionali audio provenienti dal gioco in modo da abilitare le simulazioni associate, consentendo di sentire suoni e vibrazioni laterali generate da motori dedicati e mappati su sensori giroscopici.

Grazie a questi ultimi basta inclinare e ruotare il telefono per prendere la mira o utilizzarlo come volante nei giochi di guida.

 

Per rimanere sempre aggiornati su nuovi post di TelefoniaTech.it è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram. Se questo post vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite TelefoniaTech.it su Google News, Facebook, Twitter e Instagram.

Articoli Correlati

Back to top button